ROMPERE GLI SCHEMI

Aggiornato il: gen 17



Qual'è il senso della nostra presenza su questo pianeta?


Le Tradizioni di tutto il mondo insegnano che per realizzarlo è necessario spezzare le catene della schiavitù interiore ed esteriore, ricucire il cordone con la propria Essenza e tornare a percepire la verità,


la libertà e l'amore fuori e dentro noi.


Sì, ma nella pratica come si traduce?


Tutto si può riassumere con una semplice frase: rompere gli schemi.

Gli schemi psicologici, imparando ad essere guardiani delle proprie emozioni, pensieri ed istinti.

Gli schemi familiari, liberando noi stessi e i nostri avi da tutti quei file che intasano la linea dell'albero genealogico (DNA).

Gli schemi sociali, sfatando tutte le menzogne che ci hanno raccontato nei millenni.


Rompere gli schemi è un po' come spogliarsi degli abiti fino ad arrivare al nudo dell'Essenza.


Ogni era porta la sua rivoluzione, e l'unica cosa sensata che possiamo fare per dare un contributo alla "causa" dei nostri tempi, è quella di mettere in discussione le idee che abbiamo su noi stessi, gli altri e la vita in generale.


Certo, possiamo intraprendere un cammino di consapevolezza tramite un'Antica Tradizione: induista, sciamanica, esoterica... Possiamo frequentare gruppi, psicologi, far parte di movimenti sociali...ma poi nel quotidiano sta ad ognuno di noi camminare consapevolmente il nostro cammino per dare il contributo "alla causa".


Tante persone mi domandano: "Matteo ma cos'è la Via di Auto Iniziazione?"


La Via di Auto Iniziazione è il cammino che porta un cuore, ogni giorno, in ogni situazione, incontro e circostanza.

Abbiamo tanti schemi da rompere e tante rivoluzioni da affrontare, e per metterle in pratica è necessario camminare la Via con un cuore, il nostro, per ritornare al nudo dell'Essenza, per Essere al servizio della vita.


Generalmente ci illudiamo di ritornare al cuore della nostra Essenza meditando, facendo esercizi, pratiche, rituali o cerimonie. Non voglio sminuire il valore che apportano queste attività nella nostra vita, il mio è soltanto un invito a non scambiare un mezzo per la meta, un allenamento con la gara vera e propria.

Tutte queste pratiche e rituali servono a fortificare sempre più la nostra muscolatura interiore, sono dei veri e propri esercizi dove apprendiamo a forgiare ed utilizzare strumenti, ma poi tutto resta inutile se non li utilizziamo nel quotidiano, andando a rompere gli schemi con cui siamo identificati e condizionati.


La meditazione della mattina non può essere svincolata dal momento in cui cucino e guido l'automobile.

La pratica di Yoga o di Qi Gong dovrebbe aiutare ad abitare il corpo per tutto l'arco della giornata e non solo mentre sto praticando.

La forza di volontà e l'amore per trasformare alcuni comportamenti tipici familiari, che magari iniziano a starmi stretti, devono essere utilizzate quotidianamente e non soltanto quando la ferita si apre.

Il coraggio e la fiducia di costruire il proprio lavoro invece di sottomettersi a ciò che passa il convento, devono diventare uno stile di vita e non un intento che affiora in modalità random.


Il Lavoro su di sé è lo strumento più importante che abbiamo a disposizione per rompere gli schemi. Non è un lavoro come quello che svolgiamo nella società, dove una volta "timbrato il cartellino" finisce la nostra responsabilità.

No, il Lavoro su di sé deve divenire la nostra modalità di vita ed espandersi in ogni aspetto della vita di tutti i giorni.


Tengo comunque a sottolineare una cosa fondamentale. Non ci viene richiesto di essere sempre impeccabili e di non mancare mai un colpo nell'osservarsi, nell'essere presenti, nel rompere costantemente gli schemi.

La cosa più importante è sentire e nutrire sempre nel nostro cuore l'intento di "spogliarsi e mettersi nudi nell'Essenza".

Ecco perché dico che la Via di Auto Iniziazione è il cammino che porta un cuore. L'intento è la luce che illumina la Via, che ci dona la forza di rialzarsi quando cadiamo, di andare oltre i nostri limiti, di iniziare qualcosa di nuovo quando tutto sembra finito.


Se portiamo l'intento nel cuore, abbiamo già"ufficializzato il nostro "battesimo", e la comprensione che siamo forniti di scarsa attenzione per osservarci, essere presente e per andare oltre i propri limiti, sarà il nostro rituale di Auto Iniziazione...


...ma la vera conferma che abbiamo intrapreso questo cammino arriva quando apprendiamo a sfoderare sia la Volontà di andare oltre gli schemi, spezzando le catene delle abitudini, automatismi e programmazioni, sia l'Amore necessario ad accogliere ogni tentativo non andato a buon fine o di perdonarci quando ci dimentichiamo del nostro intento.

Volontà e Amore sono i pilastri che sorreggono l'intento nel nostro cuore.



A breve pubblicherò il primo libro "Figli del Divenire - Manuale di Auto Iniziazione", dove, con semplicità e chiarezza, vado sempre più in profondità di queste tematiche.

107 visualizzazioni

Matteo Bianciardi lancia l'iniziativa

"Post di riflessione": un appuntamento quindicinale con articoli dedicati che potrai ricevere via e-mail iscrivendoti alla news letter.

I FIGLI DEL DIVENIRE

MANUALE DI 

AUTO INIZIAZIONE

Uno zoom sull'attuale condizione umana per stimolare una ricerca interiore della Libertà percorrendo un cammino di Auto Iniziazione da vivere nel quotidiano. 

Questo è un paragrafo. Fai clic qui per modificarlo e aggiungere il tuo testo.

© 2019 by BIANCIARDI MATTEO. Proudly created with Wix.com