I FIGLI DEL DIVENIRE


Ho sempre considerato il libro che ho scritto come un piccolo essere dotato di coscienza propria e mi ha fatto sorridere, in questi giorni, il suo spirito guerriero:

"Che coraggio hai giovane guerriero nel presentarti al mondo

in questo periodo storico!"


Chi mi conosce più da vicino sa da quanto tempo sono dietro alla creazione del libro, e sa anche da quanto tempo era già ultimato:

"Ti ringrazio piccola creatura per aver pazientato, per aver trovato la forza di uscire quando era il momento...né un attimo prima...né un attimo dopo...GRAZIE!"


In questo post lascio che sia lui a parlare e a mostrare piccole parti dei sé.


Tratto dal I VARCO - IL MONDO COMUNEMENTE CONOSCIUTO


"Immagina un animale che nasce e cresce in una grande gabbia dentro ad uno zoo. In apparenza sembra che non gli manchi niente. Può mangiare e bere a volontà senza preoccuparsi di cacciare, può avere un posto sicuro dove ripararsi e riprodursi senza il pericolo di divenire preda.

La sua visione della realtà è però strettamente legata alla gabbia che lo ospita, non sa che rimanendo in quella situazione perderà il dono più caro che la vita gli ha concesso, ovvero la possibilità di sperimentare cosa vuol dire vivere da essere libero.

Non immagina nemmeno che possa esistere un’altra realtà, una foresta o una giungla, perché per lui la libertà è quel mondo artificiale che gli è stato costruito intorno.

Così vive ormai da millenni l’umanità, avvolta in un’ipnosi di massa dove tutti crediamo di essere liberi quando in verità nasciamo dentro una gabbia.

[...]

Se guardi attentamente negli occhi sia l’uomo che l’animale in cattività, scorgerai in loro una profonda e sconfinata tristezza, perché, anche se entrambi sono sazi e dormono sotto ad un tetto, non riconoscono più il valore della Verità.

LA VITA È MOLTO PIÙ GRANDE del mondo, e il mondo è soltanto uno piccola parte della VITA. Ecco la menzogna: abbiamo accettato un frammento come se fosse un’INTERA VERITÀ."


Tratto dal II VARCO - I MONDI DELL'IGNOTO


"Il ricercatore serio e motivato che varca la soglia del mondo si ritrova nella Terra del Fuoco. Questa è una dimensione di passaggio, un luogo sconfinato ed ignoto, dove non siamo né carne né pesce. Né un essere umano comune, né un uomo libero. Siamo soltanto una possibilità.

La Terra del Fuoco si può definire come uno spazio interiore dove recuperiamo insegnamenti pratici riguardo le più importanti e basilari formule magiche. È una dimensione avventuriera ed impegnativa, ma anche dolce e curativa.

Colui che viaggia in questa dimensione transitoria sta per lasciarsi alle spalle il mondo comunemente conosciuto, e si incammina verso le porte che si affacciano su una nuova Coscienza. Nessuno sa quanto possa durare il pellegrinaggio in questo vasto territorio, né se un giorno vi uscirà, l’unica cosa certa è la consapevolezza di esservi entrato."


Tratto dal III VARCO - I MONDI DEL DIVENIRE


"Per sondare gli infiniti spazi della Coscienza Superiore è fondamentale espandere il proprio stato di consapevolezza. Nella Coscienza ordinaria eravamo in contatto soltanto col regno istintuale e lottavamo contro un mondo esterno per la sopravvivenza. Nel percorrere la Via del Fuoco la nostra coscienza si è espansa, abbiamo iniziato a guardarci dentro, riconoscendo la comunione tra interno ed esterno. Adesso, con l’Apertura del Cuore, siamo chiamati in causa ad espanderci ancora una volta ed andare oltre i limiti dell’impossibile.


L’Universo, il Regno dell’Assoluto, è infinito ed eterno, e per far sì che il suo disegno si dispieghi raggiungendo ogni angolo dell’immensità, necessita di vie semplici, solo la mente indisciplinata complica tutto. Stiamo vivendo un’era molto importante, l’umanità si trova davanti ad un bivio: o continua ad adottare lo stile di vita adoperato fino ad oggi, sperando invano che tutto vada bene, o trasforma le basi, i valori ed i principi su cui si fonda tutta la struttura individuale e collettiva. [...] Noi siamo i Figli del Divenire e non sarà facile manifestare la nostra missione in questo tempo denso e recintato. Portare il Verbo del Divenire significa inondare con il calore del cuore il mondo delle relazioni. Trasformare il concetto di io, coppia, famiglia, amicizia e umanità, non per distruggere o dimenticare, ma semplicemente per aggiornare e portare ad un ottava superiore la qualità dei nostri rapporti.

Essere i Figli del Divenire vuol dire volare nell’ignoto. Nessuno può sapere cosa accadrà con certezza in questo Lavoro di trasformazione relazionale, nemmeno la regia delle Forze Universali può pronunciare verdetti ufficiali su come compiere i prossimi passi della Creazione, per questo è necessaria una fede assoluta nei confronti di noi stessi e della vita, perché stiamo scrivendo su di una pagina bianca la storia del Divenire."



E' possibile ordinare il libro al link https://crowdbooks.com/it/i-figli-del-divenire/



0 visualizzazioni

Matteo Bianciardi lancia l'iniziativa

"Post di riflessione": un appuntamento quindicinale con articoli dedicati che potrai ricevere via e-mail iscrivendoti alla news letter.

I FIGLI DEL DIVENIRE

MANUALE DI 

AUTO INIZIAZIONE

Uno zoom sull'attuale condizione umana per stimolare una ricerca interiore della Libertà percorrendo un cammino di Auto Iniziazione da vivere nel quotidiano. 

Questo è un paragrafo. Fai clic qui per modificarlo e aggiungere il tuo testo.

© 2019 by BIANCIARDI MATTEO. Proudly created with Wix.com